Obiettivo no Violence: serata contro la violenza sulle donne al teatro dei Dioscuri

Michele Simolo consegna i premi a fine serata

Stop alla violenza sulle donne, un progetto fotografico ideato da Michele Simolo che é stato il moderatore della serata che si é tenuta sabato 16 febbraio 2019 al Teatro dei Dioscuri al Quirinale, e una magnifica serata organizzata dalla bellissima Ardita Stokes organizzatrice di eventi, attrice di cinema e teatro, hanno concorso al successo dell'evento "Obiettivo No Violence". Il progetto fotografico "Obiettivo No Violence" si é proposto come metodo di tipo psicoanalitico, una forma nuova e inusuale di “psicodramma” e laboratorio. Il progetto realizza e coglie degli accadimenti relazionali ispirati alla violenza di genere, che consentono alle partecipanti attrici, artisti o semplicemente persone che hanno aderito all’idea di farsi fotografare,  mettendoci la faccia, di sperimentarsi nella globalità del proprio "esserci", generando un percorso di consapevolezza.

_IMG-20190227-WA0012.jpg 
Dal progetto No Violence emerge alla fine una doppia funzione espressiva sia terapeutica che sociale, giacché diventa esso stesso uno strumento per dare voce, mezzo di riflessione, di auto-analisi. Un metodo per raccontare delle storie molto spesso sconosciute, ma che hanno davvero bisogno d'essere considerate, portate alla luce e condivise con gli altri. Serve anche e soprattutto  a spingere coloro che osservano una determinata fotografia a riflettere sulla necessità di effettuare poi un cambiamento sociale.
Introducendo la lunga serata, iniziata alle 18,30 e protrattasi fino alle 23,30, Michele Simolo ha spiegato le motivazioni del progetto fotografico e non solo. Perché le immagini? Un nuovo modo di Comunicare attraverso la fotografia, una nuova forma di sensibilizzazione della società attraverso le immagini”.

MYXJ_20190227183359_save.jpgArdita Stokes

FB_IMG_1551287351490.jpg
L’evento prevedeva una prima parte dedicata ad una tavola rotonda ed alla presentazione della serata, con la partecipazione di Simona Martins, Lucy Scipioni, Resy Kisha. E' stato presentato al folto pubblico presente  il programma 2019 dell’associazione, seguito dal video clip spot “Obiettivo No Violence” e dai  testimonial 2019. E' seguita poi la presentazione dei relatori, che hanno toccato argomenti di natura politica quali l'“attività di sensibilizzazione politica in Parlamento per una Legge efficace contro la violenza sulle donne" e medica, con il  trattamento farmacologico  e/o psicoterapeutico delle psicopatologie. Il nutrito programma  prevedeva l'intervento di uno esperto psichiatrico forense sul tema“Droghe dello stupro: la violenza nascosta”, e dell'avvocato penalista Luana Campa  - Criminologa, promotrice di una proposta di legge contro il Femminicidio e vincitrice del Premio Nazionale " Fiocco Bianco 2017 " contro ogni violenza di genere. Numerose altre personalità hanno dato la loro adesione all'iniziativa, con interventi di scottante attualità.  Tra le personalità invitate, Chiara Pavoni, la Dottoressa Barbara Calabresi, Laurea Magistrale in Sociologa, criminologia e Master in teorie e tecniche criminologiche. Sono stati dibattuti temi molto attuali, quali quello della comunicazione attraverso la fotografia e la sensibilizzazione della società attraverso le immagini, ed il tema  relativo all'educazione affettiva e l'educazione sessuale, con un focus particolare sulla importanza dei genitori e della scuola. Il tema é molto ampio e richiede per essere analizzato una ampia cultura e multidisciplinarità, tra le professionalità coinvolte, sicuramente quella dello psicologo gioca un ruolo determinante nel recupero delle vittime della violenza: dallo psicologo clinico e specializzato  in psicoterapia cognitivo comportamentale, alla psicologa psicoterapeuta psiconcologa specialista in TCC, e terapia sensomotoria, Emdr. La violenza alle donne tra normalità e follia: non è amore ma reciproco 'attaccamento insicuro disorganizzato'.

FB_IMG_1551287296264.jpg
E' seguito poi un dibattito di “ Storie vere”  (con intervento di alcune protagoniste che hanno subito violenza) , un monologo su “Lo Stupro ...", la  lettura di un brano sulla violenza. Per alleggerire la serata - ma i temi questi sono e vanno affrontati seriamente - é seguito un balletto struggente tra   Odio – Amore – Passione,  con i Milk and Coffee, gruppo musicale italiano, formatosi alla fine degli anni settanta. Il programma  prevedeva anche una  dimostrazione di auto difesa (Eloide Vegliante)

FB_IMG_1550514230011.jpgun momento della serata con il comico intervenuto per "alleggerire" la tematica

L’evento  ha  già  ottenuto  il  patrocinio  dell’Ordine  Provinciale  degli Psicologi di Roma. Ai partecipanti è offerto uno spazio di riflessione e di discussione critica e costruttiva, in cui potersi esprimere e sentirsi parte attiva. L’associazione Obiettivo No Violence è apolitica, non segue scopi religiosi  e  non  ha  finalità  di  lucro.  Essa  si  propone  di  promuovere  e favorire  in  Italia  attività  di  incontro,  culturali,  convegni  ed  eventi artistici  con  lo  scopo  di  promuovere  azioni  volte  ad  un  cambiamento culturale nei riguardi del fenomeno della violenza sulle donne. Presenti al progetto le protagoniste delle foto e alcune personalità dello spettacolo e della cultura.

MYXJ_20190216211655_save.jpg

Last modified onMercoledì, 27 Febbraio 2019 22:09
Rate this item
(1 Vote)

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

back to top

cerca nel sito

Login

Sign In or Create Account