Ambra Angiolini premiata alla mostra multimediale KLIMT EXPERIENCE a Firenze

Nell’ambito della mostra KLIMT Experience, esposizione multimediale dedicata alla vita e all’opera del celebre artista viennese, nella splendida chiesa sconsacrata di Santo Stefano al Ponte a Firenze, è stato consegnato il Premio Crossmedia 2017 all’attrice Ambra Angiolini. Il Premio, alla sua prima edizione, è istituito da Crossmedia, società di progettazione internazionale, produzione, distribuzione e allestimento di mostre multimediali immersive, permanenti e temporanee, caratterizzate da grande appeal, originalità e spettacolarità. Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato ad Ambra Angiolini dal Presidente di Crossmedia Federico Dalgas.

Ambra Angiolini

resized AMBRA ANGIOLINI GIORGIA GIACOBETTICon il termine “crossmedialità”, utilizzato in vari ambiti professionali ed artistici, si definisce la capacità di interpretare e fare propri con eclettismo i linguaggi della comunicazione, riuscendo ad esaltarne le rispettive potenzialità. “Questo premio è un’ottima scusa per aprire le porte ad una mostra stupenda, che merita di essere vista e vissuta - ha dichiarato l’attrice Ambra Angiolini -. Mi piace questo nuovo modo di comunicare, è un linguaggio che non possiamo più escludere: non dobbiamo solo criticarlo perchè non è nato con noi. Io l’ho imparato dai miei figli, da quello che faccio, da come lo faccio e come l’ho sempre fatto, ma tutto ciò che mi ha contaminato mi ha migliorato, non mi ha tolto niente e questo è un modo di fare e diffondere arte che va premiato”.


Lo scenario della mostra KLIMT experience. Sopra, Ambra Angiolini e Giorgia Giacobetti

Così nasce il premio, il cui intento è quello di sottolineare il merito di un personaggio pubblico che nel corso della propria carriera, avvalendosi con successo di forme espressive tra loro diverse, ha mostrato, più di altri, trasversalità mediatica.“Siamo felici ed orgogliosi di consegnare ad Ambra Angiolini questo premio - ha detto Federico Dalgas -: è un’artista che ha incentrato la sua carriera sulla trasversalità mediatica, dalla televisione alla radio, dal teatro al cinema. Recitando molti ruoli e interpretando linguaggi tra loro diversi, la sua figura si sposa alla perfezione con il brand identity del gruppo Crossmedia”.

Tra le figure e i paesaggi di Klimt, rappresentati con immagini selezionate riprodotte dal sistema Matrix X-Dimension, l’attrice viene guidata nella visita in un’immersione totale, senza soluzione di continuità, in un mondo simbolico, enigmatico e sensuale, dove si realizza il trionfo di un'arte senza tempo e confini. A seguire il momento della premiazione. Il prestigioso riconoscimento viene consegnato ad Ambra Angiolini dal Presidente di Crossmedia Federico Dalgas. Klimt Experience, patrocinata dal Mibact e dal Comune di Firenze, è in programma fino al 2 aprile 2017. Grande successo di pubblico e critica per questa esposizione multimediale: oltre 35.000 gli ingressi nei primi due mesi di programmazione. Numeri importanti, per certi versi eccezionali, soprattutto se riferiti ad un evento espositivo inedito, proposto in uno spazio a gestione privata in una città d’arte, come Firenze, che vanta un’alta concentrazione di straordinari musei e beni architettonici da visitare.

Un progetto innovativo di fruizione dell’arte, esaltato dall’eccezionale impatto visivo delle oltre 700 immagini selezionate per la mostra: 30 proiettori laser trasmettono sui megaschermi dell’installazione oltre 40 milioni di pixel garantendo una definizione maggiore del Full Hd. Klimt Experience si caratterizza tra l’altro anche per la cura con cui è stato strutturato l’allestimento dell’area introduttiva alla mostra, dove a completamento dei supporti didattici fisici, vengono proposte ai visitatori esperienze integrate di approfondimento per mezzo di tavoli educational multimediali interattivi e degli Oculus Samsung Gear VR,  tecnologia avanzata di realtà virtuale sviluppata dalla società milanese Orwell, che consente di entrare all’interno delle opere percependone tridimensionalmente ogni dettaglio figurativo e cromatico.

La mostra, curata da Sergio Risaliti, è stata e realizzata da The Fake Factory, studio diretto dall’artista e video designer Stefano Fomasi.

Last modified onSabato, 18 Febbraio 2017 14:47
Rate this item
(0 votes)

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

back to top

cerca nel sito

Sign In or Create Account